Lasciatevi incantare dal borgo antico di Gallipoli, la città vecchia collegata alla terraferma da un ponte seicentesco. Camminate senza un itinerario preciso per scoprire i palazzi fortezza, le tipiche case a corte, le mura, i bastioni, le piazzette e le tante chiese delle confraternite, come quella del Crocifisso, di San Francesco, dell’Immacolata, e della Purità, che dà il nome anche alla piccola spiaggia antistante.

Dal mare appare il castello angioino, tra i vicoli incanta la maestosa facciata barocca della cattedrale-pinacoteca di Sant’Agata, interessante il Museo Diocesano e il frantoio ipogeo scavato nella roccia. Oltrepassato il ponte vale la pena fermarsi davanti alla Fontana Greca, costruita intorno al III secolo a.C e ritenuta la più antica d' Italia.

Su una facciata appare lo stemma di Gallipoli, un’epigrafe in latino e le insegne del sovrano Carlo III di Borbone. Sull’altra sono scolpite scene che rappresentano le metamorfosi delle mitologiche Dirce, Salmace e Biblide. In basso c’è l'abbeveratoio dove in passato si dissetavano gli animali. Fate un salto al porto, al mercato del pesce.

Foto Gallery